Categorie: NotizieNT - News

Si celebra oggi la Giornata mondiale della poliomielite

24 ottobre è oggi la Giornata mondiale della poliomielite Nel 1988, quando l'Organizzazione Mondiale della Sanità è entrata a far parte dell'Iniziativa globale per la…

24 ottobre è oggi la Giornata mondiale della poliomielite

Nel 1988, quando l’Organizzazione Mondiale della Sanità è entrata a far parte dell’Iniziativa globale per la Polio Eradication, approvando una risoluzione specifica, la malattia paralizzava dieci bambini ogni 15 minuti, in quasi tutti i paesi del mondo.

Ogni caso, però, era evitabile grazie alla vaccinazione.

Ad oggi, grazie alle estese campagne di vaccinazione e ai sistemi di sorveglianza, pochi casi di polio sono riportati nel mondo. Tuttavia, alcuni paesi rimangono ancora endemici, Afghanistan e Pakistan, poichè non hanno mai smesso di registrare casi di poliomielite.

In Africa invece è stato eradicato l’ultimo ceppo rimasto della polio. Il continente è finalmente libero dal poliovirus selvaggio.

Arriva la certificazione ufficiale dopo quattro anni senza un caso. Con questo traguardo storico, cinque delle sei regioni dell’OMS – che rappresentano oltre il 90% della popolazione mondiale – sono ora libere dal poliovirus selvaggio, avvicinando il mondo al raggiungimento dell’eradicazione globale della polio.

La malattia

La poliomielite, è una patologia infettiva, acuta, molto contagiosa, determinata da un virus (poliovirus) che colpisce il sistema nervoso colpendo le cellule neurali e inducendo una paralisi (paralisi flaccida acuta) che, nei casi più gravi, può divenire totale.

Esistono tre forme di poliomielite paralitica:

  • la forma spinale è la forma più comune e si caratterizza per una paralisi asimmetrica, che interessa principalmente le gambe
  • forma bulbare causa debolezza muscolare di quei muscoli che sono innervati dai nervi cranici
  • la forma bulbo-spinale è una combinazione delle prime due. 

Descritta per la prima volta nel 1789, la poliomielite è stata registrata per la prima volta in forma epidemica nell’Europa di inizio XIX secolo e poco dopo negli Stati Uniti. In Italia, nel 1958, furono notificati oltre 8mila casi.

Nel nostro paese la vaccinazione antipolio è obbligatoria dal 1966 e l’ultimo caso endemico di poliomielite si è verificato nel 1982. Nel 2002, l’Italia e tutta la Regione OMS Europa è stata definita una Regione polio-free.

Non esistono cure per la poliomielite, se non trattamenti sintomatici che possono solo in parte minimizzare gli effetti della malattia. L’unica strada per evitare potenziali conseguenze è la prevenzione tramite vaccinazione.

A garanzia del mantenimento dello status polio free, i programmi di sorveglianza dovranno continuare fino all’eradicazione definitiva della poliomielite a livello mondiale. Dal 1996, in Italia è attiva una rete di sorveglianza delle Paralisi Flaccide Acute (PFA), a cura del Ministero della salute, in collaborazione con l’Istituto superiore di sanità (ISS), considerata il golden standard secondo le linee guida dell’OMS per la certificazione dello stato polio-free. Inoltre, l’ISS ospita il Regional Reference and Collaborating Centre for Polio coinvolto in tutte le attività per il mantenimento dello status polio-free.

Redazione NurseTimes

Ultimi articoli pubblicati

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

De Palma (Nursing Up): “Nessun passo indietro sull’indennità specifica degli infermieri”

Il leader del sindacato ha scritto al presidente della Commissione Bilancio della Camera, Fabio Melilli.…

28 minuti ago

Torino, concorso farsa per “piazzare” la figlia dell’ex professore: 6 medici rischiano il processo

Scandalo all'Università di Torino. Secondo l'accusa, gli indagati avrebbero predisposto un bando di gara ad…

43 minuti ago

Vaccinazione operatori sanitari, Andreula (Opi Bari) sul presunto obbligo in Puglia: “Sanzione di 500 euro? Minaccia inacettabile”

Il presidente dell'Ordine provinciale degli infermieri è tornato sullo spinoso argomento nel corso di un…

1 ora ago

Coronavirus: morta operatrice socio-sanitaria del Cto di Careggi

Il cordoglio di Fp Cgil Firenze: “L’ennesimo prezzo che tutta la comunità sanitaria sta pagando…

1 ora ago

FNOMCeO e FNOPI su SALUTEQUITÀ: un allarme che il Governo deve ascoltare

Il Covid non ha mandato in lockdown le altre malattie” “Il Rapporto “Diritto alla salute…

2 ore ago

Evento lancio di REAction: il nuovo progetto sul welfare di comunità

REACTION: il nuovo progetto di collaborazione Italia-Svizzera mette al centro l’Infermiere di Famiglia e Comunità…

3 ore ago