RAVENNA – Assistenza, cura e contatto con la persona: le regole d’oro della professione infermieristica non cambiano nemmeno in tempi in cui la tecnologia compie passi da gigante. Se il futuro è tracciato, con ogni probabilità è il presente a mettere di fronte agli infermieri le sfide più difficili. Ne sono convinti all’Opi di Ravenna che proprio alle sfide del presente per la professione infermieristica ha dedicato la seconda edizione di un convegno con forti venature formative. E il successo di partecipanti, spiega ai microfoni di Nurse Times la presidente dell’Opi Ravenna, Paola Suprani, testimonia la necessità degli infermieri di leggere il contesto attuale. Nel quale, ribadisce la Suprani, non devono venire meno l’assistenza, la cura e il contatto con la persona ma soprattutto si deve avere la capacità di ascoltare. “Noi dobbiamo fermarci e capire” ammonisce la presidente dell’Opi Ravenna, in un tempo dove tutto va di corsa.