Tavolo Tecnico Ministeriale: presentato il documento del Comitato Centrale Ipasvi

Il giorno 12 Settembre 2016 è stato inviato, dalla Presidente FNC IPASVI B. Mangiacavalli al sottosegretario di Stato al Ministero della Salute V. De Filippo,…

Il giorno 12 Settembre 2016 è stato inviato, dalla Presidente FNC IPASVI B. Mangiacavalli al sottosegretario di Stato al Ministero della Salute V. De Filippo, il documento recante il contributo attivo della Federazione Nazionale Collegi IPASVI al Tavolo Tecnico della Professione Infermieristica

Dall’elaborato si evince la descrizione puntuale del quadro di salute di riferimento da esaminare per ottimizzare la risposta ai bisogni di salute della Nazione. La riflessione nasce dal fatto che l’assistenza erogata alle persone anziane in Italia risulta essere inferiore rispetto alla media Europea secondo il rapporto OCSE 2016. Di conseguenza il potenziamento dei servizi territoriali e dei servizi che promuovano prevenzione  e presa in carico  diventano la pietra miliare per un modus vivendi più dignitoso e sostenibile.

Il rapporto CENSIS evidenzia che il 5.5% della popolazione (3.167.000) non sono autosufficienti!

I percorsi di cura, che da anni puntano ad attiva integrazione ospedale/territorio, risultano essere ancora deficitari e passibili alla scure legata ai bisogni di economicità del sistema, a sfavore dei cittadini e della qualità delle prestazioni erogate.

L’impossibilità nella realizzazione del sistema si configurerebbe nella mancata valorizzazione del potenziale della figura infermieristica, a garanzia  di un apparato socio-assistenziale-economico efficiente e “fideiussore” di criteri di appropriatezza delle cure.

Affrontare le sfide di diversa complessità assistenziale e dare risposte concrete senza tecnicismi o medicalizzazione del sistema salute sono le risposte validate che offre la cosiddetta “sanità di iniziativa” promossa dalle cure primarie

, con prove d’evidenza e di efficacia che hanno pioniere il CCM (Chronic Care Model): ospedale per acuti e assistenza rivista secondo i criteri di estensione delle prestazioni a livello territoriale.

Anche l’approccio olistico offerto dalla “Infermieristica di famiglia e di comunità” struttura un progetto che prevede il coinvolgimento nel piano assistenziale non solo del personale sanitario, ma anche di tutto coloro che gravitano attorno alla persona depositaria delle cure.

Il documento è concluso con la delucidazione  sulla centralità attiva ed imprescindibile dell’infermiere in regime di assistenza di Comunità, ovverosia domiciliare, ambulatoriale o negli Ospedali di Comunità.

Un documento partorito in seno al Comitato Centrale Ipasvi, forse sarebbe stato opportuno condividerlo prima con i collegi provinciali, i quali avrebbero potuto contribuire alla sua stesura, semmai arricchirlo, coinvolgendo gli iscrittti? 

Purtroppo lo spirito collegiale su processi così importanti è venuto a mancare da parte di un Comitato Centrale che ancora una volta cala dall’alto un documento….aumentando probabilmente le distanze tra centro e periferia?

Sicuramente sarebbe stata gradita una condivisione più ampia…anziché apprendere da altre testate giornalistiche la presentazione di tale documento…

Redazione Nurse Times

Allegato

Documento presentato dalla FNC Ipasvi Competenze infermieristiche

Fonte

www.quotidianosanita.it

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Covid-19, muore infermiere 59enne: la terapia intensiva porterà il suo nome

È morto questa mattina a causa del Covid-19 Sergio Bonazzi, infermiere in servizio presso il…

3 ore ago

Ginecologia e resistenza agli antibiotici: l’utilità dei probiotici

In ambito ginecologico la resistenza agli antibiotici crea numerosi problemi. Gli antibiotici vengono prescritti in…

8 ore ago

Hiv e Aids, i dati Iss sulle nuove diagnosi in Italia nel 2019

Pubblicati i dati Iss sulle nuove diagnosi di infezione da HIV e dei casi di…

9 ore ago

IG-IBD – Malattie infiammatorie croniche intestinali, il bilancio del 2020

Considerevoli i ritardi diagnostici, ma aumentano le opzioni terapeutiche “Anche in caso di sintomi evidenti…

9 ore ago

ASP Cosenza: concorso pubblico per infermieri

In esecuzione della deliberazione del Commissario Straordinario dell'ASP di Cosenza n. 1193 del 25/11/2020 è…

10 ore ago

Infarto, bypass e angioplastica: dove operarsi?

I ricoveri per infarto miocardico acuto sono calati del 7,6% tra il 2012 e il…

10 ore ago