Grande successo per il progetto editoriale denominato NExT (Nurse EXperimental Thesis) targato Nurse Times

Giunge al nostro indirizzo mail redazione@nursetimes.org il lavoro di tesi della dott.ssa Ilaria Nolasco, laureatasi presso Università degli Studi di Roma Tor Vergata, nall’A.A. 2017/2018.

….di Ilaria Nolasco

Introduzione 

La sindrome di Munchausen per procura (MSbP) è una variante dei Disordini Fittizi, una grave forma di abuso difficile da diagnosticare, caratterizzata dal fatto che il genitore, generalmente la madre, falsifica o produce realmente una patologia nel figlio, sottoponendolo ad indagini mediche e ripetuti inopportuni ricoveri. È una malattia piuttosto rara in quanto è presente un’oggettiva difficoltà di diagnosi alla cui base si pone una scarsa conoscenza della patologia stessa.

Lo scopo della presente indagine è stato di esplorare le conoscenze e competenze da parte degli infermieri pediatrici sulla sindrome di Munchausen per procura.

Materiali e metodi

Lo studio di ricerca è stato condotto attraverso la somministrazione di un questionario redatto da Bulli G. a 42 infermieri di due diversi poli sanitari: l’ospedale Sant’Eugenio ASL Roma 2 e l’ospedale Sandro Pertini ASL Roma 2., il cui obiettivo è quello di valutare le conoscenze infermieristiche in merito alla sindrome di Munchausen per procura (MSbP).

Analisi e discussione dei principali risultati

Dall’analisi dei risultati si evince che gli infermieri pediatrici, sono composti da più infermiere donne che uomini. Di questi la maggior parte è a conoscenza della sindrome, grazie alla formazione di base, ma non sono stati in grado di riconoscerla in passato. Questo indica il poco studio effettuato su questa sindrome, soprattutto a livello post-base, tanto che la maggioranza degli intervistati (100%), abbia risposto affermando che dunque formando un infermiere debitamente con corsi appositi, si possa facilitare la diagnosi della sindrome di Munchausen per procura.

Conclusioni

Ad oggi non sono presenti linee guida o specifici protocolli per l’identificazione precoce di tale sindrome. Potrebbe essere utile l’inserimento di un corso di formazione obbligatorio sulla MSbP rivolto a tutti gli infermieri che lavorano in pediatria, in questo modo potranno aiutare a prevenire questa sindrome. Attivare campagne di prevenzione per riconoscere e segnalare questo tipo di abuso.

Per ridurre questi tipi di abusi sarà quindi fondamentale un continuo ed interrotto lavoro di ricerca e di formazione specifica, al fine di riuscire ad offrire soluzioni concrete a questo angoscioso problema.

Redazione Nurse Times

Allegato

Tesi “La sindrome di Munchausen per procura: competenze infermieristiche”