Un corso finalizzato alla formazione di volontari che vogliano coccolare i neonati ricoverati in ospedale partirà il prossimo 9 ottobre.

Diventa volontario donatore di coccole“, è l’originale slogan stampato sui volantini ideati per invitare i cittadini a diventare volontari d’amore.

Il corso di formazione gratuito sarà organizzato da operatori qualificati. È stato realizzato dall’Associazione “Le coccole di mamma Irene” per volontà del marito di Irene Settanta, donna morta in seguito ad aneurisma cerebrale mentre portava in grembo la piccola Emma Maria. La piccola è sopravvissuta grazie ad una maratona in sala operatoria che ha coinvolto ginecologi, anestesisti, infermieri e neonatologi, venendo alla luce alla trentaduesima settimana.
L’Associazione a lei intitolata ha lanciato questa iniziativa che ha come obiettivo garantire una cura supplementare fatta di cooccole, musica e di racconti per i piccoli degenti del reparto di neonatologia del Maria Vittoria.
“Nella sofferenza per la perdita di Irene abbiamo provato tutti insieme a trasformare il nostro dolore in energia per incanalarla verso qualcosa di costruttivo – spiega Oscar Palladino, marito di Irene – Le coccole vuole essere un aiuto concreto per neonati e bambini ricoverati, i cui genitori e familiari non possano, per varie ragioni, essere presenti con continuità“.

Simone Gussoni