Un equipaggio del 118 di Sanremo è stato fatto oggetto di un atto criminale che ha letteralmente dell’incredibile.

Un’ambulanza della Croce Rossa, ed il personale sanitario presente a bordo, è stato bersagliato dal lancio di decine di piatti in ceramica durante un intervento urgente effettuato lunedì notte in via Agosti. Gli uomini della Polizia di Stato stanno ora indagando su quanto accaduto, in seguito alla denuncia fatta dai dirigenti della stessa Croce Rossa locale, sulla base della relazione effettuata dal personale a bordo.

Stando ad una prima ricostruzione, intorno alle ore 23 il mezzo di soccorso ha raggiunto a sirena spiegate un condominio della trafficata strada situata sopra a piazza Eroi. Un giovane si era ferito in seguito ad un serio incidente domestico venendo soccorso e poi trasferito al «Borea» in «codice giallo».

Quando l’autista è sceso dal mezzo, è stato fatto bersaglio del lancio di diversi piatti in coccio, che fortunatamente hanno colpito solo l’ambulanza, causando la rottura del parabrezza.

Allarmati da questa assurda “sassaiola”, i soccorritori hanno deciso di indossare i caschi protettivi per poter portare a termine il soccorso alla vittima dell’incidente. L’intervento di una donna pattuglia dei Carabinieri, che casualmente è sopraggiunta in zona, ha permesso di garantire la sicurezza della scena. Poco dopo è sopraggiunta anche una volante della Polizia.

Gli agenti del Commissariato indagano sull’accaduto. Ieri mattina hanno compiuto un ulteriore sopralluogo interrogando gli inquilini di alcuni palazzi. Hanno anche sequestrato le immagini delle telecamere di sorveglianza, in modo da poter ottenere ulteriori particolari.

L’ipotesi più plausibile sarebbe quella di un gesto folle compiuto da uno squilibrato che vive in zona. L’uomo sarebbe già noto da tempo alle autorità, per i frequenti attacchi al personale del Pronto Soccorso e delle ambulanze. Tuttavia gli investigatori non possono escludere le altre piste, quali quelle che potrebbero ricondurre all’azione sciagurata di alcuni abitanti che, infastiditi dal rumore della sirena in piena notte, avrebbero deciso di vendicarsi contro il team di soccorso per il brusco risveglio.

Simone Gussoni