Una petizione online per intitolare a Nadia Toffa il reparto di oncoematologia pediatrica dell’ospedale di Taranto è stata avviata.

Nel giro di poche ore sono state decine di migliaia le persone ad aver aderito all’iniziativa, manifestando il loro desiderio di voler dedicare alla “Iena” scomparsa lo scorso 13 agosto per colpa di un tumore che non le ha lasciato scampo.

La giornalista 40enne aveva a lungo combattuto per i diritti dei bambini affetti da patologie oncologiche di quella zona.

Nadia era già stata nominata cittadina onoraria di Taranto, come ringraziamento per il grande impegno proferito. Era infatti diventata portavoce delle famiglie del quartiere Tamburi, il più esposto alle emissioni del siderurgico dell’Ilva  provando in ogni modo a proteggere quei bambini malati.

La petizione online è indirizzata al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, alla Asl di Taranto, e anche al consigliere regionale Renato Perrini.

La Toffa partecipò in qualità di testimonial alla campagna di raccolta fondi che ha permesso la realizzazione da zero del reparto di oncoematologia pediatrica. Grazie alla vendita di maniglia di magliette permise di trattare più efficacemente l’elevatissimo numero di tumori pediatrici

La conduttrice ha sempre voluto sostenere quelle famiglie, dimostrandosi attiva sul territorio, tanto da guadagnarsi l’affetto e la stima di un’intera popolazione locale, che oggi vuole ricordarla in eterno attraverso questo riconoscimento.

Simone Gussoni