Un ulivo in memoria di Max Altadonna è stato piantato all’interno dell’ospedale di Bolzano.

L’infermiere in servizio presso il Pronto Soccorso è deceduto improvvisamente lo scorso mese di gennaio, all’età di soli 45 anni. Ricopriva da anni anche il ruolo di vice coordinatore nella sua unità operativa.

È stato ricordato nella giornata di ieri da molti amici e colleghi. Alla cerimonia di posatura della pianta, portata a termine dai giardinieri della fioreria Reider, hanno presenziato anche la mamma Maria, il papà Alessandro e la sorella Alessandra.

L’albero donato dai colleghi del San Mauriziano è poi stato benedetto dal sacerdote del nosocomio bolzanino.

Mio figlio era generoso e molto benvoluto da tutti per la sua umanità“, ha ricordato il padre di Max.

Simone Gussoni