Vaccini, Brusaferro (Iss): l’istanza dei malati rari potrà trovare una risposta

Ci muoviamo dentro un sistema complesso e una sfida titanica, affrontata non soltanto dal nostro Paese, ma a livello globale” ha dichiarato Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto superiore di sanità (Iss).

L’obiettivo è “mano mano che si renderanno disponibili i vaccini, poterli garantire prima di tutto alle fasce più a rischio. E il ministero della Salute sta, progressivamente, raffinando gli strumenti in questo campo. E credo che l’istanza dei malati rari potrà trovare una risposta, magari differenziata in relazione al rischio, ma positiva“.

Brusaferro ha risposto così alle sollecitazioni delle associazioni di pazienti nel corso del al webinar “Malattie rare, ultrarare e non diagnosticate”, webinar promosso dall’Istituto superiore di Sanità, Cnmr (Centro nazionale malattie rare) Uniamo (Federazione italiana malattie rare) in collaborazione con Farmindustria.

Su questo tema, riporta Adnkronos Salute, “il ministero della Salute insieme ad Aifa, ad Agenas, all’Iss

, al Consiglio superiore di sanità alle Regioni” stanno facendo “un lavoro continuo”. “Io credo che possiamo certamente farci portavoce delle richieste delle associazioni. Da parte mia c’è la massima disponibilità e apertura. Tenendo presente che ci muoviamo dentro un sistema complesso”, ha concluso Brusaferro.
Cristiana Toscano

Leave a Comment
Share
Published by
Cristiana Toscano

Recent Posts

Vaccini: la Lombardia approva delibera per impiego di medici specializzandi

Approvata dalla giunta lombarda la delibera per la cooperazione con le università lombarde per la…

6 ore ago

“Non farò il vaccino, non mi fido”. Professore di infermieristica in condizioni gravissime

E’ una storia incredibile e dolorosa quella del professore associato di infermieristica all’Università di Firenze…

6 ore ago

Veneto, Zaia “per fare iniezioni non serve una laurea”. Interviene la Fnomceo e la Fnopi?

“Stiamo dicendo da mesi che per fare iniezioni non serve una laurea, anche il dibattito…

6 ore ago

Oss con formazione complementare al posto degli infermieri: OPI Vicenza si rivolgerà al TAR per fermare la delibera

Un secco no alla proposta del governatore del Veneto Zaia giunge dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche…

6 ore ago

La SIMIT approva la fermezza del Governo nei confronti degli operatori sanitari che rifiutano la vaccinazione

a SIMIT, coerentemente con quanto sostenuto dai suoi esponenti ufficiali in varie occasioni, approva la…

11 ore ago