Gli ospiti ricoverati presso la struttura “Villa delle Magnolie” di Monastier, nel Trevigiano, avranno uno strumento in più per cercare di combattere le loro difficoltà nella comunicazione.

Le patologie dalle quali sono affetti potranno trarre beneficio dall’impiego terapeutico di tre pappagallini, introdotti insieme ad altre iniziative finalizzate a stimolare l’attenzione dei degenti.

«Durante le pet therapy con i pappagalli – hanno rilevato gli esperti – si è riscontrato un miglioramento nelle capacità dell’attenzione e un incremento nella capacità del controllo del proprio corpo e della manualità fine. Inoltre le persone si abituano a parlare con l’animale e ad esprimere le proprie emozioni».

Gli animali utilizzati per l’esperienza appartengono alle razze Grande Alessandrino, Amazzone e Cacatua.

Simone Gussoni