Un lungo blackout che ha interessato una vasta area del Venezuela ha causato il decesso di 15 pazienti che regolarmente si sottoponevano a dialisi presso le strutture ospedaliere della zona.

Da diversi giorni decine di pazienti non possono più sottoporsi al trattamento dialitico a causa della mancanza di elettricità.

La notizia dei decessi è stata riportata dai media venezuelani nelle ultime ore.
“Tra ieri e oggi, ci sono stati 15 decessi per mancanza di dialisi”, ha detto Francisco Valencia, direttore del gruppo per i diritti della salute di Codevida.
“La situazione delle persone con insufficienza renale è molto difficile, critica, stiamo parlando del 95% delle unità di dialisi, e oggi probabilmente si raggiungerà il 100%, che sono paralizzate a causa dell’interruzione di corrente”, ha aggiunto Valencia.

Sarebbero oltre 10.200 le persone dipendenti dalla dialisi a livello nazionale a rischio a causa del blackout.

L’energia elettrica è tornata ieri a mancare in varie zone di Caracas dove era tornata poche ore prima. Intorno alle 9.45 (le 14.45 in italia) la rete di semafori di Caracas ha smesso di funzionare, come è possibile vedere nelle molte immagini e video caricati sui social.

Simone Gussoni