Proseguono le dimostrazioni di irresponsabilità da parte dei cittadini italiani sottoposti a quarantena a causa del Coronavirus nelle zone rosse.

Dopo la fuga notturna da Codogno ad opera di un giovane campano che sentiva la mancanza della famiglia sono state oltre dieci le famiglie scappate da Codogno per rifugiarsi nella cittadina di Partaccia, in provincia di Massa Carrara.

Si tratta di altre persone evase di nascosto dalla zona rossa lombarda, focolaio del Coronavirus. Approfittando della chiusura delle scuole hanno pensato di recarsi nelle loro case di villeggiatura, per trascorrere una quarantena più confortevole.

Fortunatamente, il gruppo di “isolati” in vacanza non è passato inosservato ai residenti della zona. Fortunatamente i loro vicini di casa hanno immediatamente allertato il 112, facendo giungere sul posto gli operatori sanitari e numerose volanti della Polizia di Stato.

Le forze dell’ordine hanno provveduto ad isolare le famiglie, le loro abitazioni e mettere tutte le persone che avevano avuto contatto ravvicinati con loro in quarantena.

Al momento non è ancora possibile stabilire se tra loro ci sia qualche portatore sano del Coronavirsus poiché sarà necessario aspettare il risultato dei tamponi.

Dott. Simone Gussoni