Fials “Dimenticati da Emiliano gli eroi della sanità pugliese”

La nota della segreteria regionale della Fials mette sotto accusa l'operato del governatore pugliese Emiliano "Passato il picco massimo dell’emergenza CORONAVIRUS e dopo aver rischiato…

La nota della segreteria regionale della Fials mette sotto accusa l’operato del governatore pugliese Emiliano

“Passato il picco massimo dell’emergenza CORONAVIRUS e dopo aver rischiato la vita non sono considerati più EROI gli operatori sanitari della Puglia. Il Presidente Emiliano a differenza di tanti altri presidenti di regione non ha messo a disposizione nemmeno un euro dal bilancio regionale per il c.d. BONUS COVID contestano i dirigenti Fials.

“I Medici, i professionisti sanitari – continua – e tutto il restante personale della sanità pubblica hanno pertanto percepito somme RIDICOLE per non dire “DA FAME” quasi fossero meritevoli di una “ELEMOSINA”.

Tutti i sindacati nelle Aziende Sanitarie della Puglia hanno dovuto riconoscere che l’intesa regionale del 28/5/2020 non è applicabile perché le sole risorse economiche trasferite dal Governo Nazionale non sono sufficienti e necessitano di integrazione economica dal bilancio regionale.

I Medici e gli autisti di ambulanza del 118 oltre che i dipendenti delle SANITASERVICE non hanno percepito nulla perché le risorse messe a disposizione da Emiliano sono insufficienti.

Nemmeno un euro è stato previsto dal Presidente Emiliano per le migliaia di lavoratori della Sanità Privata accreditata dove il CORONAVIRUS è “entrato” contagiando il personale come accaduto per esempio al Pronto Soccorso e all’Ostetricia della MATER DEI di Bari e a UNIVERSO SALUTE Opera don Uva a Foggia e Bisceglie”, accusano dalla Fials.

“Il Presidente Emiliano si è anche dimenticato dei lavoratori degli ospedali privati che ha individuato come OSPEDALI COVID (MIULLI, CASA SOLLIEVO DELLA SOFFERENZA e ANTHEA/VILLA LUCIA) nei quali venivano inviati i pazienti affetti da CORONAVIRUS, a cui non ha destinato nemmeno un euro.

La FIALS che non ha firmato l’intesa con la Regione Puglia il 28 maggio 2020 e ha protestato insieme a centinaia di lavoratori della sanità davanti alla Presidenza della Giunta Regionale il 25 giugno 2020, AVEVA VISTO GIUSTO A DIRE DI NO ad un provvedimento privo di copertura finanziaria, iniquo e discriminatorio. Mentre ha sottoscritto intese con i Governatori delle altre regioni d’Italia che, a differenza di Emiliano, hanno integrato le risorse nazionali rendendo dignitoso il BONUS COVID.

Michele Emiliano deve sapere che gli EROI della Sanità Pugliese sono tutti uguali e non hanno bisogno di “medaglie di cartone’“, concludono i dirigenti regionali del sindacato.

Redazione NurseTimes

Ultimi Articoli pubblicati

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Si celebra oggi la Giornata mondiale della poliomielite

24 ottobre è oggi la Giornata mondiale della poliomielite Nel 1988, quando l'Organizzazione Mondiale della…

6 ore ago

Tragico incidente sulla statale 119: morti un medico ed un oss

Un tragico incidente stradale è costato la vita ad un medico e ad un operatore…

8 ore ago

Bando Protezione Civile per infermieri a supporto del territorio

Per far fronte alle esigenze straordinarie ed urgenti derivanti dalla diffusione del Covid-19, in particolare…

8 ore ago

”Ogni giorno vivo col terrore di ricevere un tampone positivo o che la mia U.O. torni a essere di nuovo area Covid. ”

4:39 AME pensare che una povera illusa (dato che il periodo da EROINA DEL POPOLO…

8 ore ago

Maxi focolaio in una rsa di Triggiano: 90 contagi

Due nuovi focolai nel barese: in una rsa e in una struttura residenziale socio-sanitaria. Nella…

8 ore ago